• 3. QUADRO DEGLI OBIETTIVI DI COMPETENZA
  • 4. CONTENUTI DEL PROGRAMMA

  • Descargar 52.4 Kb.


    Página2/7
    Fecha de conversión28.03.2018
    Tamaño52.4 Kb.

    Descargar 52.4 Kb.

    Modello di programmazione disciplinare


    1   2   3   4   5   6   7
    LIVELLI DI PROFITTO


    DISCIPLINA

    D’INSEGNAMENTO

    ………………………


    LIVELLO BASSO

    (voti inferiori alla sufficienza)

    _______________________

    N. Alunni……

    (%)…………


    LIVELLO MEDIO

    (voti 6-7)


    ___________________

    N.Alunni………

    (%)…………


    LIVELLO ALTO

    ( voti 8-9-10)


    _________________

    N. Alunni………

    (%)…………


    PROVE UTILIZZATE PER LA RILEVAZIONE DEI REQUISITI INIZIALI:


    Considerando che gli studenti non hanno seguito lezioni di spagnolo per circa un mese, si è ritenuto opportuno selezionare alcune strutture grammaticali trattate l’anno precedente per un breve ripasso in vista della prima verifica, che si terrà il 10/11/2017 in quanto gli studenti hanno chiesto di spostarla a causa di altre prove ed interrogazioni.

    3. QUADRO DEGLI OBIETTIVI DI COMPETENZA
    ASSE CULTURALE: linguistico



    Competenze disciplinari

    Obiettivi generali di competenza della disciplina definiti all’interno dei Gruppi Disciplinari

    1 raggiungimento del livello linguistico B2 del QCER

    2 buone conoscenze di microlingua (spagnolo commerciale)

    ARTICOLAZIONE DELLE COMPETENZE IN ABILITA’ E CONOSCENZE




    COMPETENZE

    ABILITA’/CAPACITA’

    CONOSCENZE

    1. interazione orale, uso della lingua e lessico




    1. Esprimere e argomentare le proprie opinioni con relativa

    spontaneità nell’interazione anche con madrelingua su

    argomenti generali, di studio o di lavoro.

    Utilizzare strategie nell’interazione e nell’esposizione orale in relazione agli elementi di contesto.

    Utilizzare il lessico del settore dei servizi commerciali,

    compresa la nomenclatura internazionale codificata.

    Riconoscere la dimensione culturale della lingua ai fini della mediazione linguistica e della comunicazione interculturale.


    1. Aspetti socio-linguistici e paralinguistici della comunicazione, in

    relazione ai contesti di studio e di lavoro tipici del settore dei

    servizi commerciali.

    Strategie di esposizione orale e d’interazione in contesti di studio e di lavoro, anche formali.

    Strutture morfosintattiche adeguate alle tipologie testuali e ai contesti d’uso, in particolare professionali.

    Lessico e fraseologia convenzionale per affrontare situazioni sociali e di lavoro; varietà di registro e di contesto.

    Lessico e fraseologia di settore codificati da organismi

    internazionali.

    Aspetti socio-culturali della lingua e dei Paesi in cui è parlata, con particolare riferimento all’ organizzazione del sistema dei servizi

    commerciali.

    Modalità e problemi basilari della traduzione di testi tecnici.



    2. comprensione scritta e orale, produzione scritta


    2. Comprendere testi orali in lingua standard, anche estesi,

    riguardanti argomenti noti d’attualità, di studio e lavoro,

    cogliendone le idee principali ed elementi di dettaglio.

    Comprendere globalmente, utilizzando appropriate strategie, messaggi radio-televisivi e brevi filmati divulgativi tecnicoscientifici

    di settore.

    Comprendere idee principali, dettagli e punto di vista in testi

    scritti relativamente complessi riguardanti argomenti di

    attualità, di studio e di lavoro

    Utilizzare le principali tipologie testuali,

    rispettando le costanti che le caratterizzano.

    Produrre testi scritti e orali coerenti e coesi, anche tecnico

    professionali, riguardanti esperienze, situazioni e processi

    relativi al settore dei servizi commerciali.


    2. Strategie di comprensione di testi relativamente complessi

    riguardanti argomenti socio-culturali, riferiti in particolare al settore di indirizzo.

    Modalità di produzione di testi comunicativi relativamente

    complessi, scritti e/o orali, continui e non continui, anche con l’ausilio di strumenti multimediali e per la fruizione in rete.




    3. competenza socioculturale


    3. Riconoscere la dimensione culturale e interculturale della lingua.

    3. Aspetti legati alla cultura ispanoamericana.





    4. CONTENUTI DEL PROGRAMMA

    (E’ possibile esporli anche per moduli ed unità didattiche, indicando i rispettivi tempi di realizzazione. Specificare eventuali approfondimenti)





    1   2   3   4   5   6   7

    Similar:

    Modello di programmazione disciplinare iconProgrammazione didattica disciplinare di
    Regolamento nuovi tecnici”, prevedono, in generale, IL conseguimento di una competenza linguistica di livello intermedio “b indipendent...
    Modello di programmazione disciplinare iconPercorso formativo disciplinare
    Ventajas y desventajasen la industria y en la agricultura con la entrada en la ue
    Modello di programmazione disciplinare iconIstituto di istruzione superiore
    In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti I seguenti obiettivi in termini di
    Modello di programmazione disciplinare iconNegli ultimi decenni si è assistito ad una crisi sostanziale del modello di governance globale dell’economia e della finanza, fondato su istituzioni che non hanno saputo o voluto penetrare in profondità I temi dello sviluppo
    Di fatto, da un lato si sono affermati nuovi “luoghi di potere” – tale è, ad esempio, IL g7/G8 – ove effettivamente VI è la possibilità...

    Página principal
    Contactos

        Página principal



    Modello di programmazione disciplinare

    Descargar 52.4 Kb.