Descargar 432.08 Kb.


Página4/47
Fecha de conversión16.04.2018
Tamaño432.08 Kb.

Descargar 432.08 Kb.

PARTE 1: PRESUPPOSTI E CONTESTO GENERALE


1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   47
PARTE 1: PRESUPPOSTI E CONTESTO GENERALE

Dimenticare Chernobyl (e ovviamente Harrisburg)

Vi è ovviamente un altro presupposto necessario per sferrare l’offensiva attuale: mettere in soffitta Chernobyl. Il ventennale di quel tragico, epocale, disastro è stata l’occasione per questa operazione di minimizzazione e rimozione. Analisi di autorevoli agenzie14 hanno cercato di accreditare una verità difficilmente credibile, secondo cui l’incidente più grave dell’era nucleare  “il reattore bruciò per 10 giorni, liberando 400 volte la radioattività rilasciata dalla bomba di Hiroshima”15  dopo avere contaminato quasi tutta l’Europa (e forse non solo), provocherà poche migliaia di tumori, difficilmente distinguibili dagli effetti del fondo naturale di radioattività! Molto più prudenti e critiche sono state autorevoli riviste scientifiche16. Il picco per certi tumori può verificarsi dopo 20 anni, o anche 40; si registrano aumenti “di tutti i tipi di malattie” (tra cui anche disturbi psicologici e mentali). Risultano cruciali le controverse valutazioni degli effetti delle piccole dosi: un rapporto commissionato dai Verdi al Parlamento Europeo valuta che la radiazione da Chernobyl potrebbe causare tra 30.000 e 60.000 decessi17. Più radicale il rapporto di Greenpeace18: “nelle sole Bielorussia, Russia ed Ucraina si stima che l’incidente abbia provocato 200.000 morti addizionali tra il 1990 e il 2004. […] Le lacune sostanziali nei dati disponibili, combinate con profondi disaccordi tra le stime sull’incidenza e l’eccesso di certi tumori ed altre malattie, impediscono di trarre qualsiasi valutazione unica, solida e verificabile delle conseguenze sanitarie umane complessive, lasciando questioni fondamentali senza risposta.”



Naturalmente degli incidenti precedenti nemmeno si parla più. Secondo la versione “ufficiale” la gravità dell’incidente di Three Mile Island del 1979 viene liquidata affermando che non ha avuto conseguenze sulla salute della popolazione. Ma le ricerche sulle conseguenze dell’incidente sono state poche, discontinue, e limitate all’area più prossima alla centrale, per cui non è possibile dire se l’incidente abbia o non abbia causato vittime. Le conclusioni sono controverse, ma gli aumenti dei numeri di morti infantili, tumori ed altre malattie sembrano inequivocabili19. Del resto poco si parla dei ripetuti incidenti nel paese secondo al mondo come programmi nucleari, il Giappone (v. Tabella 1): dimenticato il gravissimo incidente di TokaiMura20 del 1999, pochissimo si è saputo anche di quello del 2007 dovuto a un terremoto. Nel 2002 in un reattore dell’Ohio “l’industria nucleare statunitense ha sfiorato più da vicino un disastro dall’incidente di Three Mile Island del 1979”21: poiché incidenti di questa gravità fanno al più una rapida apparizione nella cronaca per scomparire il giorno dopo, riporto in nota informazioni più dettagliate e rimandi, per la rilevanza di questi aspetti per tutto il problema che stiamo analizzando22.


Catálogo: archivio
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   47

Similar:

Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconDopo la firma degli accordi di San Andres nel febbraio del 1996, destinati a diventare legge, ed al momento del mancato assolvimento, da parte del Governo Federale, a quanto in essi ratificato
Ezln sospende IL dialogo, chiedendo come condizioni imprescindibili per poter riprendere le trattative, la smilitarizazione dei territori...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconCaratteristiche generali
Paesi sotto l’egida dei rispettivi Ministeri degli Affari Esteri. Dopo gli appuntamenti di Genova, Barcellona, Roma, Valencia, Milano,...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconUniversità degli studi di Verona Doctorado en Historia Economica
Forme e sviluppo del welfare aziendale nella siderurgia italiana e spagnola del XX secolo: I casi dei centri siderurgici a ciclo...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconSpanish Prof. Ignacio Rodríguez de Arce
SeldA – b IL corso prevede inoltre lo studio dei linguaggi settoriali relativi all’economia, al commercio, alle scienze bancarie...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconLingua spagnola Prof. Ignacio Rodriguez De Arce
SeldA – b IL corso prevede inoltre lo studio dei linguaggi settoriali relativi all’economia, al commercio, alle scienze bancarie...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconLingua Spagnola obiettivo del corso
B1 soglia definito dal Consiglio d’Europa, mediante l’acquisizione o IL consolidamento dei fondamenti della lingua spagnola scritta...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconUniversità degli studi di bologna
Este año el índice de precios al consumo es elevado el año pasado
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconAlessandro geraldini
Copyright 1993 by «Centro Italiano di studi sull’AJto Medioevo». Spoleto and by «Centro per IL collegamento degli studi medievali...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconModello di programmazione disciplinare
Raggiungimento del livello linguistico B2 del qcer. Buone conoscenze di microlingua (spagnolo commerciale) con approfondimenti legati...
Cercando di decifrare IL libro dei sogni (o degli incubi) dei faraonici programmi nucleari iconUniversidad de los andes
Se analizarán experiencias de Colombia y otros países en la regulación y el control de la contaminación. El principal libro de texto...

Página principal
Contactos

    Página principal



PARTE 1: PRESUPPOSTI E CONTESTO GENERALE

Descargar 432.08 Kb.